Etichettato: libera

Prossime manifestazioni a Mantova

Stanno per partire molte iniziative a cui LeG sta contribuendo nell’organizzazione o ha ritenuto di aderire.

TRICOLORIAMO IL TUO BALCONE

Clicca qui per gli Auguri dei 150 anni dell'Unità d'Italia

Mettete ai balconi, finestre, porte, cancelli il tricolore: dal 17 marzo deve essere tappezzata tutta la città e tutti i paesi e così devono rimanere ! (qui l’evento su facebook)

(un bel segnale all’amministrazione che con l’ordinanza di polizia municipale ci vuole impedire di esporre bandiere per il decoro della città! Dobbiamo far toccare con mano l’inutilità di tale ordinanza e seppellire la loro stupidità sotto un mare di bandiere)

Mi sembra la giusta e doverosa la risposta corale a chi (ministri, presidenti di regione, ecc) ha detto “passerà anche questo 17 marzo…” .

(qui il post sul sito nazionale)

Ogni giorno da qui alla fine dell’anno sarà sempre 17 Marzo!

Sabato 12 marzo: A DIFESA DELLA COSTITUZIONE  riempiamo le piazze.

In concomitanza con la manifestazione nazionale di Roma, “A DIFESA DELLA COSTITUZIONE ” stiamo organizzando la manifestazione di Mantova che avrà luogo

Sabato pomeriggio, p.zza Mantegna

Saranno letti gli articoli della Costituzione da studenti italiani e stranieri (nella loro lingua), ci sarà un intervento del Teatro Magro e di musicisti, si distribuiranno bandiere e coccarde tricolori (ma già ciascuno può portare un segno tricolore!), microfono aperto a tutti per interventi di singoli cittadini e di associazioni.

Vi darò comunicazioni più specifiche dopo l’incontro organizzativo dei prossimi giorni.

Intanto mobilitiamoci tutti per sabato pomeriggio: deve essere una grande festa!

Mercoledì 16 marzo: Notte bianca a Porto Mantovano

Anche a questa iniziativa (LeG vi ha aderito) vi sarà, tra musiche, canti e interventi, una lettura continuata degli articoli della Costituzione da parte di tutti i cittadini.

Invito chi pensa di venire e di prestarsi a qualche lettura di comunicarmelo perché a mia volta lo possa girare agli organizzatori.

Luogo, ora e maggiori notizie sulla serata saranno inviate non appena gli organizzatori mi faranno sapere.

Lunedì 21 marzo: Giornata delle vittime innocenti di mafia

Libera, in occasione della giornata dedicata alle vittime innocenti della mafia, ha organizzato, tra le tante iniziative anche nelle scuole, una manifestazione pubblica a cui LeG ha dato la sua adesione e partecipazione (qui l’evento su facebook).

Questo incontro si terrà lunedì 21 marzo, ore 17.00 davanti a Villa Azzurra, Borgoforte

Come saprete, Villa Azzurra è un bene confiscato alla mafia ed è quanto mai simbolico che davanti a questa struttura si organizzi la manifestazione durante la quale verranno letti dai cittadini, i tanti nomi delle vittime innocenti della mafia. (qui la lettera degli studenti mantovani alle istituzioni)

Verrà posta una targa con la dicitura “bene confiscato alla mafia” e si è proposto di intitolare la struttura ai tre bambini morti nella strage del Rapido 904 il 23/12/1985, strage di cui fu mandante Pippo Calò il cui denaro è stato riciclato nella costruzione della casa di riposo.

I tre bambini sono: Anna De Simone di anni 4, il fratello Giovanni De Simone di anni 9 e Federica Tagliatela di anni 12.

Fate il possibile per esserci nonostante l’orario e il giorno di lavoro: non si deve dimenticare!

ISCRIVETEVI

Nell’invitarvi a rinnovare o a iscrivervi a LeG ricordo ancora che le modalità di iscrizione le potete trovare accedendo al sito di Leg o anche sul nostro blog .

Alessandro Monicelli per LeG.

Annunci

Mille mantovani per la Costituzione con don Ciotti e Prodi

Lezione di democrazia con don Ciotti e Romano Prodi

Carissimi tutti, “Lezione di democrazia” è il titolo di prima pagina della Gazzetta di Mantova di oggi.

L’incontro con cui la nostra associazione, Acli e Libera hanno iniziato le celebrazioni dei 150 anni dell’unità d’Italia ha avuto una risonanza e una partecipazione di pubblico (un migliaio di persone, che per la nostra città è senza dubbio un “evento” che negli ultimi anni solo Festivaletteratura ha conosciuto) veramente impensata e sopra le più rosee aspettative (guarda la fotogallery).

Conforta e consola e da’ a tutti noi che l’abbiamo pensata e realizzata, una forza maggiore nel preparare gli altri incontri e la speranza che i nostri sforzi di offrire alla cittadinanza momenti di riflessione e di confronto sui temi fondanti la nostra democrazia non siano vani: c’è per fortuna ancora tanta gente che ha voglia di spendere il suo tempo per valori e principi che ci fanno sentire comunità e che crede che l’esercizio pieno della democrazia sia la condizione per l’affermazione dei diritti di tutti e della convivenza civile.

Ringrazio i miei compagni di avventura e le associazioni che essi rappresentano, che hanno creduto in questa cosa e ringrazio tutti quei cittadini che hanno risposto con tanto calore e partecipazione.

Permetetemi di ringraziare anche i tanti che dopo l’incontro, per telefono o mail hanno voluto manifestarmi la loro soddisfazione e hanno speso parole di incoraggiamento a proseguire su questa strada.

E’ stato come ritrovarsi tra vecchi amici che si erano persi di vista e che reincontrandosi scoprono le loro tante affinità e convergenze intatte, quasi un ritorno a casa, una rinnovata voglia di stare e camminare insieme.

Ovviamente un grande grazie va a Don Luigi ed al prof. Prodi che hanno dato all’incontro lo spessore culturale, il calore della loro testimonianza di vita, l’autorevolezza delle loro esperienze.

Se avete fatto caso non c’era alcun posto “riservato”: anche in questo abbiamo voluto dare un segnale di

Aula magna gremita, nessun posto "riservato"

uguaglianza di ogni cittadino che, senza bandiere che non fossero quelle dei valori della nostra Costituzione, ha voluto esserci a testimoniare il proprio impegno.

In attesa di segnalarvi possibili accessi ai testi degli interventi (video o scritti) avendone avuto richiesta allego il mio intervento.

Nuove iniziative

Nei prossimi giorni vi segnalerò altre inziative a cui LeG ha aderito, quali la manifestazione del 12 marzo per la giornata dei caduti di mafia (davanti a Villa Azzurra a Borgoforte) verranno letti i nomi dei tanti cittadini e funzionari dello stato uccisi dalle mafie) ed il 16 sera per una “notte bianca” per la Costituzione a Porto Mantovano.

Alessandro Monicelli per LeG (articolo scritto il 28 febbraio 2011)

Interventi dei relatori (dalla Gazzetta di Mantova):

150 anni dell’Unità d’Italia a Mantova: iniziative di LeG_MN

Care amiche e cari amici, forse avete già letto sulla Gazzetta di oggi l’annuncio delle iniziative che la nostra associazione, assieme alle Acli Provinciali e a Libera, con la partecipazione della stessa Gazzetta di Mantova, ha

don Luigi Ciotti

organizzato in questo anno di ricorrenza dei 150 dell’unità d’Italia.

Sabato 26 febbraio: don Ciotti e Romano Prodi

Il primo di questi incontri si svolgerà sabato 26 febbraio, alle ore 16,30 presso l’Aula Magna dell’Università e vedrà, introdotti da Massimo Campedelli, la presenza di don Luigi Ciotti (La costituzione: una parola viva) e del prof. Romano Prodi (I nuovi scenari) con all’interno alcune riflessioni/testimonianze di Enrico Grazioli, Attilio Rossato e mie.

Vi allego il manifesto che le tre associazioni promotrici hanno elaborato e sul quale chiedono l’adesione di tutti,

prof. Romano Prodi

 cittadini ed altre associazioni.  Sarebbe molto bello e significativo che l’unità d’Italia venisse manifestata con una unità di impegno e di intenti che trova anche in queste iniziative un motivo di coesione, di partecipazione, di comune sentire.

Altri incontri: Art. 7 e 8; Art. 1 e 41

Ci saranno poi altri tre incontri che debbono ancora essere definiti per alcuni aspetti organizzativi, i cui temi saranno “Articoli 7 e 8 della Costituzione: Liberi di professare, chiamati al rispetto della laicità” e “Art. 1 e 41 lavoro e legalità“.

Sabato 4 giugno: Giancarlo Caselli

Già definito invece quello del 4 giugno, presso il Tribunale di Mantova: “Art. 3 La legge che ci rende uguali” con la presenza di Giancarlo Caselli. 
Per fine settembre e a tutto dicembre si sta lavorando per altri 3/4 incontri. Mano a mano che le cose saranno definite, ci sarà adeguata e tempestiva informazione anche a mezzo della Gazzetta con la quale stiamo cercando di rendere possibile la distribuzione, a prezzo simbolico, della Costituzione.

Grande evento il 5 febbraio e appello “Resignation”

Firma l'appello "Resignation"

Inoltre, vi invito a firmare il documento di Libertà e Giustizia “Resignation“. Si sta organizzando una grande manifestazione pubblica al Palasharp di Milano per sabato 5 febbraio alle ore 15.00. Per dare voce alla Società civile. 

 
Alessandro Monicelli

Nuovo incontro fra le associazioni mantovane il 2 luglio, mettiamoci in rete

Carissimi, ho già dato resconto del’incontro dello scorso 8 giugno sulla possibilità di andare verso la costituzione di una “rete delle associazioni mantovane” nell’intento di contare di più dentro la società e nel dialogo politico. Ieri sera, come concordato alla fine della scorsa riunione, ci siamo ritrovati in alcuni per definire il proseguimento di questo cammino intrapreso, senza dubbio difficile e faticoso. Si è ritenuto di riconvocarci un po’ tutti prima delle ferie estive, per dare modo di chiarirci meglio e fissare alcuni elementi che dovrebbero costituire il senso e i temi di un incontro da tenersi subito a settembre.
Si chiede quindi uno sforzo a tutti quanti e si propone di incontrarci sempre presso il Centro Cavalletto per la sera di:
 Venerdì 02 luglio alle ore 21.
 
L’invito è rivolto ai numerosi presenti della precedente riunione che avevano espresso la volontà di provare a far proseguire questa proposta, ma aperto a singoli, gruppi e associazioni che magari non erano state raggiunte con il precedente invito.
Al fine però di evitare un doppione del primo incontro, si è voluto nell’incontro di ieri sera dare un “titolo”, che può gia essere indicativo, delle domande e dei temi che possono in qualche modo indirizzare la serata senza disperderci in mille direzioni.

Nuove parole, nuovi metodi, come fare?

Questa frase vuole racchiudere il senso profondo che si vorrebbe avesse questa “rete” non ripetitiva di schemi, analisi, parole già dette, già sentite, troppo usate.
 Alle domande (non certamente nuove) che ci siamo posti vorremmo ognuno potesse indicare una sua possibile risposta, partendo dall’esperienza propria di ciascuno, ma soprattutto tentando di “andare oltre”, di proiettarle verso un diverso linguaggio che può nascere anche e soprattutto dall’ascolto delle diversità di genere, di cultura, di religione, di età che sono ai margini, se non fuori, l’attuale riflessione e prassi politica.
Quali la funzione e le specificità del metterci in rete?Come costruire dialogo politico con le comunità ed il territorio?, Quali azioni intraprendere verso le istituzioni e verso la politica “ufficiale”?
 
Abbiamo cercato di fare mente locale sulle associazioni, gruppi e persone che crediamo possano dare specifici ed importanti contributi perchè questo percorso diventi un “altro” percorso: le menzioniamo non per escludere, ma proprio perchè ciascuno lo integri con altri nomi che non conosciamo (ad esempio le realtà del Basso mantovano) o ci sono sfuggiti: Altrofestival, assemblea antirazzista di Castelgoffredo, Libera, Libertà e Giustizia, Coordinamento per la pace, Mappamondo, Centro Cavalletto, Sucar Drom, Donne della circoscrizione Sud, Forum, Smarties, Guppo 7, 194 ragioni, popolo viola, le donne degli orti e poi tante persone che raggiungeremo in qualche modo.
 
Sono state elencate anche le tematiche che la rete dovrebbe avere la capacità di affrontare, approfondire e di cui farsi voce in messo alla gente:
 
Riteniamo di escludere, almeno per ora, i temi di politica istituzionale e i problemi immediatamente legati alla prossime elezioni provinciali (dove si preannuncia l’ennesimo gioco dei soliti noti e delle loro logiche perdenti).
Infine abbiamo ritenuto di pubblicare la lettera che Claudio Morselli ci ha inviato non potendo intervenire all’incontro di ieri sera: ci sembra un’ottima sintesi dello spirito e delle speranze che ci animano e che ci hanno spinto a tentare di nuovo l’avventura di provare a pensare una politica nuova, diversa.
 
Vi invito a far girare l’invito, estendendolo a quanti possano contribuire a questa inziativa. Vi invito anche a farmi pervenire vostri commenti, osservazioni, integrazioni nonchè anche la vostra presenza all’incontro del 2 luglio al fine di predisporre anche una scaletta degli interventi in modo da dare un minimo di organizzazione alla serata.
Un caro saluto.
Alessandro Monicelli,Maria Bacchi, Turi Penzo, Franco Reggiani, Roberto Fiorini, Maria Grazia Soliani, Claudia Pancera.

Sempre a mangiare.. con Libera e Monte Alto cene sociali per discutere assieme ai cittadini mantovani

Due giorni di cene… da un po’ di tempo a questa parte, il blog di LeG_MN si occupa sempre più spesso di inviti a mangiare e discutere assieme. Chissà se assimilare gli stessi ingredienti conforti lo spirito nell’assimilare anche gli stessi elementi di discussione. Dunque:

Venerdì 5 marzo Cena della Legalità a Buscoldo con Libera.

Durante la serata saranno serviti prodotti raccolti dalle terre confiscate alla mafia, e saranno presenti per incontrare i cittadini Gregorio Porcaro (ex curato di Pino Puglisi) e Vincenzo e Augusta Agostino (genitori di Nino). Trovate QUI il volantino dell’iniziativa.

Sabato 6 marzo “Perchè non possiamo dirci garibaldini” a Solferino, col Circolo culturale Monte Alto.

Il prof. Angelo D’Orsi, docente di Storia del pensiero politico a Torino, sarà relatore a un incontro-cena sul ruolo dei garbaldini nel processo di unificazione nazionale. L’iniziativa è alle 19.00, a fine serata cena in agriturismo. Trovate QUI il volantino dell’iniziativa.

Legami di Legalità – bis di Margherita Asta a Mantova il 12 febbraio

La mattina a Mantova al “Bonomi-Mazzolari“, la sera a Castiglione. Libera ha organizzato una giornata intensa per Margherita Asta, familiare di vittime della mafia, il 12 febbraio.

L’On. Marco Carra ha da poco presentato QUESTA interrogazione al ministro dell’Interno sullo stato della penetrazione mafiosa a Mantova.

Margherita Asta a Castiglione per LIBERA

LIBERA – Associazione mantovana antimafia. Le iniziative di febbraio.

Libertà e Giustizia_MN sostiene le attività di LIBERA, che ha sede a Mantova in via Tezze, 6/A (Centro B. Cavalletto) ed è coordinata da Gianluca Mazzali. Abbiamo già incontrato l’Associazione mantovana antimafia a Casteldario lo scorso luglio per l’intervento del direttore di Telejato Pino Maniaci e sostenuto la raccolta firme contro la vendita dei beni confiscati alla mafia. Preserviamo il nostro territorio dalla contaminazione mafiosa, che ha già dato inquietanti segnali d’infiltrazione. Lo stesso Maniaci lo scorso dicembre al Bonomi-Mazzolari ha detto: << Al Nord pensate che la mafia sia solo un fenomeno del Sud. Ma anche qui, come dimostra il caso Villa Azzurra, arrivano le organizzazioni criminali>>.

Iniziative antimafia a Mantova in febbraio:

  • 4 febbraio, giovedì

I giovani del PD organizzano con Maria Regina Brun a Ostiglia (Sala delle colonne, presso il Comune in via Gnocchi Viani, 16) un incontro con Beppe Lumia e Pierpaolo Romani.

  • 10 febbraio ore 21.00, mercoledì (Arci Tom – Piazza Tom Benettollo, 1)

Legami di legalità, legami di responsabilità – le diversità, tensioni e ricchezza. l’esperienza di Libera nei territori. Partecipa Davide Mattiello – responsabile nazionale Libera officina.

  • 12 febbraio ore 20.30, venerdì (Castiglione delle Stiviere)

Incontro con Margherita Asta – familiare vittime di mafia – referente Libera Trapani.

  • 13 febbraio ore 20.30, sabato (Arci Tom)
Spettacolo del Teatro Labrys: “MORRA”

con Roberto Capaldo, Simone Di Bartolomeo (ritmi percussivi) Regia Fabrizio Di Stante (Premio Calandra 2007, Premio Paolo Borsellino 2008 “Per l’impegno sociale e civile”)