Tutti in piazza a Mantova il 12 luglio per la norma antiaccattone

Ehi! Questo è il nostro centesimo post!!
—————————————————————–
Cari tutti,  nell’incontro di ieri sera sono stati concordate le modalità di svolgimento dell’incontro sull’ordinanza antiaccattonaggio. (clicca qui per scaricare il provvedimento del sindaco Sodano).
Una premessa che mi sembra importante: ci sono state voci che hanno chiesto un “rinvio” per preparare meglio, conoscere, ecc. Prendo a prestito le parole di Maria che sono anche le mie: questa di lunedì non è una manifestazione in senso stretto; dovrebbe essere un primo atto di testimonianza di “dissenso riflessivo”, un modo pacato di mostrare che qualcuno si assume la responsabilità di un no e , aggiungo io, un approccio un poco diverso dal solito presidio, slogan, ecc.  Ci sarà tempo per altre modalità e diversi livelli che potranno maturare ed articolarsi, ma crediamo serva un segnale urgente e immediato da normali cittadini che vogliono tornare a ragionare in pubblico (agorà!) delle cose e sulle cose che ci riguardano.

L’incontro si svolgerà LUNEDI’ 12 LUGLIO DALLE ORE 21 ALLE ORE 23,

 

sulla scalinata della basilica di S. Andrea, (fronte di piazza Mantegna) che ci è stata concessa con sentita partecipazione dal Parroco Don Ulisse Bresciani. A scanso di equivoci è stata comunque data comunicazione al Questore di Mantova come da disposizioni.
 
L’incontro si aprirà con la lettura dell’ordinanza a cui faranno seguito commenti, testimonianze ed interventi dei partecipanti (sarà presente il presidente della Caritas di Mantova e altre persone che stiamo contattando direttamente), seguiranno letture di sentenze sull’argomento e quindi letture di articoli e brani tratti dalla letteratura e saggistica (sarà letto il bell’articolo apparso sul tema in questi giorni sulla Cittadella). Ci porremo delle “domande” : come far fronte all’uso dei minori, quale contrasto al possibile racket che in alcuni casi indubbiamente sta dietro la miseria, quali azioni di sostegno e di aiuto l’amministrazione comunale e la comunità locale mettono in campo, cosa sta diventando la polizia municipale…….quale la percezione di insicurezza della gente…..
 
Per assicurare un minimo di visibilità e di atmosfera, si chiede a ciascuno a portare una candela che sarà accesa sulla gradinata. 
 
Questo momento vuole essere un primo tentativo di azione che già nasce dai primi incontri che ci sono stati fra associazioni, gruppi, singoli cittadini in vista di costituirsi in rete provinciale che valorizzi e porti a sintesi il grande lavoro di ciascuno. “agorà” non vorrebbe essere un episodio, ma una prassi che si va consolidando di testimonianza, di presenza critica, di proposta fra la gente e nelle divrese realtà.
 
Fate girare l’invito e siate presenti in piazza.
Un caro saluto.  Alessandro Monicelli
Annunci

  1. Pingback: Politica e Associazioni, riflessioni sul futuro di Mantova « Libertà e Giustizia – Mantova
  2. Pingback: Tutti in piazza domenica 11 marzo a Mantova, per il diritto all’azione civile « Libertà e Giustizia – Mantova

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...