Incontro fra Associazioni: diventiamo opinione fra la gente

Rete delle Associazioni

Vi trasmetto alcune brevi riflessioni sull’incontro che LeG ha voluto e perseguito con tenacia fra associazioni, gruppi e singoli cittadini con l’intento di trovare modi e tempi per un’azione politica più forte, incisiva, in grado di diventare opinione fra la gente e, perchè no, stimolare partiti ancora drammaticamente chiusi fra politiche di piccolo cabotaggio e pesanti incapacità di essere al passo con i bisogni e i problemi della società di oggi.
All’incontro dell’8 giugno presso il centro Cavalletto, sono intervenute 30/40 persone anche in rappresentanza di gruppi e associazioni diverse. E’ stata una discussione interessante anche se, trovandosi per la prima volta, si è scontato necessariamente la divaricazione di modi di sentire, di aspettative e prospettive differenti.  La discussione si è protratta ben oltre la mezzanotte con progressiva ovvia perdita di interlocutori: vi erano persone provenienti dalla lontana provincia..
Credo che vadano sottolineati alcuni elementi importanti:
  • A) Da tutti, pur con diversi accenti e sfaccettature, è venuta la convinzione che sia necessario cercare modalità di raccordo e condivisione per dare a ciascuna associazione una prospettiva più marcatamente politica nel senso cioè di far diventare il lavoro specifico di ciascuno più forte e capace di farsi sentire, farsi opinione, incidere maggiormente sull’opinione pubblica e quindi anche sulle forze politiche che dovrebbero sapersi aprire e farsi carico di dare rappresentanza ai bisogni e alle istanze più reali, più vive e nuove, capaci di progettare un futuro diverso.
  • B) Per dare sostanza al mantra “di una politica nuova e diversa” è necessario mettere insieme le nostre esperienze, ma soprattutto aprirsi a chi può avere davvero “cose nuove da dire”. Notevole è stata l’impressione che hanno lasciato i giovani stranieri presenti, i loro interventi lucidamente puntuali e in questo senso mi è parso quanto mai significativo l’intervento verso fine serata di Maria Bacchi, su cui non si è potuto discutere e che mi è parso in parte non capito. Quando Maria dice di ascoltare le voci di “altri” da noi (altre culture per età – giovani, ah trovarli! – per genere – le donne -, per provenienza, per religione, ecc..) non intendeva, credo, indicare un tema da trattare bensì un modo diverso di approcciarsi e affrontare i problemi. Se non sappiamo modificare il nostro modo di ragionare introducendo elementi dirompenti i nostri schemi mentali, rischiamo di ripeterci, di restare prigionieri nell’ambito di una visione e di un’analisi che in fondo non crea alcunchè di veramente nuovo e diverso. Come qualcuno ha ben ricordato (il pessimismo qualche volta puù aiutarci a capire almeno l’urgenza e la necessità di cambiare!) ci sono stati mille altri tentativi di raccordarsi e di tentare una progettazione di un lavoro diverso.  Se non vogliamo che anche questo tentativo abbia lo stesso esito, dobbiamo cercare di darci un altro respiro e avere il coraggio di uscire dalle nostre visioni e dalle nostre strutture mentali e culturali sostanzialmente conservatrici perchè legate a visioni e analisi in fondo ancora fortemente ancorate a elementi datati nel tempo.
  • C) Alla fine, fra i pochi rimasti, si è deciso quindi di provare a mettere giù qualche indirizzo di lavoro, farlo circolare per commenti e integrazioni e vedere se non sia davvero possibile programmare quella giornata di incontro che alcuni di noi avrebbero già voluto realizzare, ma che giustamente va meglio preparata perchè appunto non sia la ripetizione di vecchie proposte, di risaputi confronti, di analisi convenzionali.
Ci lavoreremo.
       Un caro saluto a tutti e vi rinnovo l’invito a partecipare alle diverse iniziative che andremo a mettere in campo.
 
Per ora,
 
(a seguire) Il video di un bell’evento sostenibile organizzato dal centro PAPAQUA
Alessandro Monicelli
Annunci

  1. Pingback: Mantova si mobilita per la scuola e per la libertà d’informazione « Libertà e Giustizia – Mantova
  2. Pingback: Nuovo incontro fra le associazioni mantovane il 2 luglio, mettiamoci in rete « Libertà e Giustizia – Mantova

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...